Relatori | -

Mariottini Lanfranco

Mariottini:2Lanfranco Mariottini:

medico, specialista in Anestesia-Rianimazione

Radiodiagnostica con indirizzo Neuroradiologico

Psicoterapia ed Ipnosi.

Ha esercitato la sua professione nell’ospedale della città di Cesena, come Anestesista-Rianimatore per dieci anni, poi come Neuroradiologo fino al 2011. 
Attualmente esercita l’attivià di Psicoterapeuta nel suo studio a Cesena.

E’ stato affascinato dalla scienza nel senso più vasto del termine, biologia, medicina, fisica, tecnologia ma in modo particolare dall’aspetto più intimo e misterioso della vita: l’essenza della nostra esistenza.

Ha sempre pensato che un giorno la scienza si dovrà occupare anche di ciò che attualmente appare di pertinenza solo del mito, della religione e della filosofia, che nel suo significato etimologico, indica “ Amore per la conoscenza”, senza limiti ideologici. In questo senso si sente profondamente in sintonia con gli antichi filosofi.

Ha scritto il libro “L’ipnosi regressiva – Ricordare il passato, guarire il presente, osservare il futuro. Rievocare le vite precedenti e liberarsi dalle catene inconsce di eventi dimenticati.” che narra della sua personale ricerca psichica (perché di ricerca si tratta, non di speculazione ideologica) che iniziò più di quarant’anni fa.

In questo testo narra le esperienze di cui è stato diretto testimone e protagonista. Accenna alla storia dell’ipnosi, un potente strumento di conoscenza, e descrive i fenomeni che possono manifestarsi in quel particolare stato di coscienza.

Parla di “vite passate e vite future” e dell’ incontro con persone care che si credevano perdute per sempre.
 Descrive la storia di pazienti che per diverse cause “sono stati in coma” e, pur non ricordando nulla al risveglio, mediante l’ipnosi, sono stati in grado di richiamare alla memoria cosa era loro successo, cosa hanno visto e chi hanno incontrato.

Inoltre, descrive quelle particolari esperienze di intensa consapevolezza chiamate dagli anglosassoni “Out of the body ex periences”, che da quando avevo vent’anni ho sperimentato e a cui talvolta può accedere tuttora. Si tratta di rari aspetti di intensa consapevolezza, fenomeni che rendono sempre più probabile l’ipotesi che la nostra natura essenziale trascenda i limiti fisici e temporali del corpo fisico con cui ci siamo identificati.